Copripiumini tinto in filo

Copripiumini tinto in filo

La linea di tessuti Tinto in filo comprende copripiumini matrimoniali, anche nella misura king size, copripiumini piazza e mezza e singoli. Inoltre possono anche essere confezionati su misura

Il tessuto tinto in filo prevede che ogni singolo filo venga tinto prima che sia intrecciato insieme agli altri sul telaio per creare un motivo o un disegno. 
Ogni filo richiede una specifica miscela di colorante affinché la fibra assorba perfettamente il colore. 
Questa particolare tecnica era già presente nelle antiche civiltà attorno al 2600 a.C. e, ora come allora, consente di ottenere un tessuto di grande qualità. Oggi il tessuto tinto in filo più conosciuto è, probabilmente, il tartan scozzese.

 

Il tessuto tinto in filo

 

Nel nostro tessuto tinto in filo vengono utilizzati per cm² un minimo di 60x60 fili singoli in ordito e in trama. Grazie al procedimento di pettinatura, le fibre più corte vengono eliminate e quelle nobili vengono allineate nella stessa direzione. Questo permette di rendere il tessuto più morbido, omogeneo e resistente. In questo modo i colori sono più intensi, penetrano in profondità e durano a lungo, anche dopo anni di lavaggi.

Come identificare facilmente i tessuti tinti in filo? 

  • il disegno del tessuto si può ammirare sia sul dritto che sul rovescio 
  • i tessuti appaiono con trame leggermente in rilievo, intrecciate spesso a motivo jacquard.

La linea di tessuti Tinto in filo comprende, oltre i copripiumini, copriletti, lenzuola e federe

Le federe sono realizzate in stile Oxford con orlo in tessuto di 6 cm sui due lati corti, ornato da ricamo a linea singola e chiusura a busta (falda interna di 22 cm) per donare al cuscino un aspetto ben rifinito.
I copripiumini hanno una chiusura a cravatta con nastri a fiocco nella parte inferiore.

La lavorazione senza sostanze nocive e l’utilizzo di un tessuto 100% naturale rendono la biancheria da letto Piumini Danesi completamente eco-friendly:
ogni pezzo di tessuto viene strappato a filo (non tagliato) e cucito a mano nel laboratorio artigianale di Sora (FR) con la cura e la passione che contraddistinguono da sempre l'arte sartoriale italiana.


Lavaggio del copripiumino

 

Lavare il tessuto bianco a 60°, il colorato a 40°. 
Lavare le federe e i copripiumini al rovescio per farli durare più a lungo. 
Se si utilizzano detersivi a basso impatto ambientale, rispettare le dosi indicate.
Sui tessuti colorati, NON utilizzare cloro o detersivi con sbiancanti ottici.
Al posto dell'ammorbidente, è possibile usare aceto di vino bianco diluito, ottimo sostituto naturale ed ecologico: i colori saranno più luminosi e i tessuti più morbidi.
In asciugatrice, selezionare un programma delicato. Consigliamo, tuttavia, l'asciugatura all'aria per un risultato più naturale nel rispetto dell’ambiente.
Caricamento...